Premetto che ho una vera passione per i dolci, ma adoro la buona cucina e quindi non posso privarmi di primi e secondi piatti.
Questa sera mi sono cimentata in un favoloso secondo di pesce, come non proporvelo? E con il sugo che mi è rimasto, domani preparerò uno squisito primo di pesce :)



Ingredienti per 2 persone:

6 calamari
1 vasetto di pomodoro
sale
pepe
3 cucchiai d’olio
vino bianco
2 spicchi d’aglio

Ingredienti per il ripieno:

4/5 gamberi sgusciati
2/3 fette di pane per toast oppure mollica di pane
1 uovo
1 cucchiaio d’olio
vino bianco
formaggio gratuggiato
1 spicchio d’aglio
prezzemolo tritato

Separare le sacche dei calamari dai tentacoli, togliere il “dente” che si trova in mezzo ai tentacoli ed eliminare gli occhi. Sfilare la strisciolina di cartilagine e pulire le sacche eliminando le interiora (se il vostro pescivendolo ve li dà già puliti, meglio ancora). Lavare sotto l’acqua e sgocciolare.
A parte sgusciare i gamberi e lavarli.
Ammolare la mollica di pane nell’acqua, strizzarla e sbriciolarla.
Separatamente tritare finemente i tentacoli e i gamberi, metterli in una padella con 1 cucchiaio d’olio e uno spicchio d’aglio. Rosolare e sfumare con una spruzzata di vino bianco, aggiungere il pane strizzato per insaporirlo e aggiustare con sale e pepe. Togliere lo spicchio d’aglio, mettere il prezzemolo tritato e trasferire il composto in un terrina. Unire l’uovo, il formaggio gratuggiato e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Quindi riempire le sacche di calamari, richiuderle con uno stuzzicadenti e bucherellarle leggermente.
Mettere nella padella 3 cucchiai d’olio e 2 spicchi d’aglio, aggiungere i calamari e insaporirli a fuoco moderato, girandoli di tanto in tanto. Bagnare con vino bianco, sfumare e unire il sugo di pomodoro con un po’ d’acqua. Cuocere per 15 o 20 minuti a fuoco basso, coprendo il tegame con un coperchio.
I calamari sono pronti quando la forchetta entra senza difficoltà. Non tenere i calamari sul fuoco più del tempo necessario, per evitare che diventino gommosi.
Servire con verdure fresche oppure patate lesse a fette. Buon appetito!

Consiglio: riempire ogni calamaro per 3/4, poiché durante la cottura il ripieno tende a gonfiarsi, con il rischio che i calamari esplodano o il ripieno fuoriesca.