Katmer

Il Katmer è un pane turco sfogliato, che ho visto preparato in diversi modi, ma con una costante: poco lievito e lavorato a dischi sottili spennellati con olio o burro per essere successivamente piegati e ripiegati, in modo che a fine cottura si ottenga un pane sfogliato molto saporito.
In questa ricetta ho utilizzato il tahin, una crema di semi di sesamo (facilmente reperibile nei supermercati bio) che arricchisce il pane con il sapore tipico di questi semi.


Ingredienti per 8 pani:

280 gr di farina
30 gr di burro sciolto
180 gr di latte
1 cucchiaino di sale

5-6 cucchiai di tahini (crema di sesamo)
60 gr di burro sciolto

Preparazione:

In una terrina mettere la farina, il sale, il burro sciolto e il latte tiepido. Mescolare e lavorare con le mani fino a formare una palla liscia e morbida.
Formare un salamino, dividerlo in 8 parti uguali e formare delle palline, da lasciare riposare coperte per un’ora.

Mescolare in una ciotola il burro sciolto con il tahin.

Stendere le 8 palline in dischi di circa 15- 20 cm. Su tre dischi spalmare un po’ del di burro e tahin.
Metterli uno sopra l’altro e terminare con un disco senza burro e tahin, sigillare bene i bordi.

Fare lo stesso con gli altri 4 dischi, spalmare su 3 dischi il burro e tahin, impilarli e finire con il disco rimanente.

Stendere con il matterello entrambi gli impasti, fino a uno spessore di mezzo cm. circa, spalmare con il burro e tahin, e arrotolare.

Tagliare in 4 pezzi entrambi i rotoli, formando in tutto 8 panetti, coprire e far riposare per 20 minuti.

Appiattire ogni panetto con la mano e piegare a metà. Stendere nuovamente formando 8 dischi e cuocere su un testo molto caldo, come si fa per le piadine.
Lasciare cuocere qualche minuto per lato, fino a che saranno leggermente croccanti e dorati fuori, così l’interno risulterà sfogliato e morbido.

Servire tiepidi!

Katmer