Gli ingredienti del pane indiano sono più o meno gli stessi della piadina, ma la preparazione è un po’ diversa. Grazie a questa preparazione il pane indiano risulta molto saporito e leggero, ed è particolarmente adatto a chi ha problemi di intolleranza al lievito.

Di solito il pane indiano si utilizza principalmente per accompagnare piatti come il pollo al curry, dove non si puo’ fare a meno di “fare la scarpetta”, ma si puo’ mangiare anche da solo, come alternativa al pane normale (io l’ho mangiato a colazione spalmato di marmellata, davvero ottimo).


Ingredienti per 12 pani:

210 gr farina di grano integrale
100 gr farina bianca
200 gr di acqua calda
olio extravergine di oliva q.b.
burro fuso q.b.
sale

Preparazione:

Mescolare la farina integrale e la farina bianca, aggiungere il sale, l’acqua calda e impastare con le mani.
L’impasto dovrà risultare molto morbido, a questo punto ungersi le mani con l’olio e ungere anche la terrina e continuare a impastare, così l’impasto si staccherà dalle mani e dalle pareti della ciotola, per poter formare una palla.
Lasciare riposare per qualche ora o almeno una ventina di minuti.

Formare 12 palline tutte uguali di circa 4 cm e tenerle coperte per non far seccare la superficie.
Stendere con il mattarello una pallina alla volta, formando dei dischi di 1 mm di spessore e cuocere sul testo caldo (o padella antiaderente).
Durante la cottura si creeranno delle bolle, premendo con una paletta sui bordi del pane, si dovrebbero gonfiare fino a formare un palloncino (non sempre riesce).
Rigirare un po’ di volte il pane con una spatola, cuocendo 1 minuto per lato circa e quando è pronto metterlo in un cestino per pane.
Spennellare con del burro fuso e coprire con un panno per trattenere il calore e l’umidità.

Questo pane va servito caldo, quindi anche per servirlo tenerlo coperto con un panno.

Se non si mangia subito chiudere il pane in un contenitore di latta e riscaldarlo in una padella all’occorrenza.