E così alla fine l’ho provato anch’io e che dire … il pane nero è fantastico, ottimo coi salumi ma ancora meglio a colazione spalmato di ricotta e marmellata! L’ideale è trovare il giusto mix di farina di segale, farina di grano tenero e semi vari come: semi di sesamo, di girasole, ecc.
A questo proposito ho provato il preparato per pane nero della Spadoni che contiene un ottimo mix e in più pasta acida essiccata, per ottenere un pane nero dal sapore inconfondibile.


Ingredienti:

400 gr farina per pane nero
100 gr farina biologica Kamut
280 gr di latte tiepido
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 bustina di lievito secco attivo (contenuto nella confezione)
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale

semi a piacere

 

Preparazione:

Sciogliere il lievito nel latte tiepido con lo zucchero.
In una ciotola versare le farine, l’olio e il sale, unire l’acqua e il lievito, e impastare fino ad ottenere una palla liscia.
Metterla a lievitare nel forno riscaldato a 50° e poi spento, per circa 1 ora.

Formare una o più pagnotte della stessa dimensione, incidere la superficie con un coltello, spennellarle con olio extravergine di oliva e spolverarle con semi di sesamo.

Lasciare lievitare per altre 3 ore e infornare a forno spento finchè il forno si scalda per 20 minuti circa, quindi infornare sul ripiano inferiore una volta raggiunti i 220° per circa 30 minuti. Mettere nel forno anche una ciotola contenente dell’acqua.

Lasciare raffreddare il pane su una griglia, coperto con un canovaccio affinchè la crosta rimanga friabile.

Si mantiene per diversi giorni, basta tagliare le fette e scaldarle leggermente per gustarlo ancora come appena sfornato.