Il tiramisù è sempre stato uno dei dolci preferiti da tutta la mia famiglia, per le feste di compleanno non poteva mai mancare, poi negli anni quando lo preparavo ho sempre trovato qualcuno che aveva paura di mangiarlo per paura che le uova non fossero freschissime, così mi sono attrezzata e ora con questo escamotage (come nella preparazione dello zabaione dove le uova vengono cotte a bagnomaria) non ho più problemi.


Ingredienti:

300 gr di panna da montare
4 cucchiai di zucchero
4 tuorli
200-300 gr di savoiardi (in questa ricetta ho usato i pavesini per provare, ma preferisco i savoiardi)
1 tazza di caffè (se ci sono bambini meglio decaffeinato oppure orzo, ma bello carico altrimenti si sente poco)
1 bicchierino di marsala
cacao amaro in polvere

Preparazione:

In un pentolino mettere i tuorli d’uovo e lo zucchero, amalgamare bene con la frusta fino a rendere il composto bianco e spumoso.

Immergere il pentolino a bagnomaria in un’altra pentola più grande, riempita per 1/3 di acqua bollente.
L’acqua non deve mai bollire, mescolare con la frusta per 5-10 minuti per pastorizzare le uova (come per fare lo zabaione), finchè la crema comincerà a gonfiarsi, addensarsi e diventare vellutata.

Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

Montare la panna e mescolarla alle uova con un cucchiaio di legno dal basso verso l’alto per non farla smontare.

Preparare il caffè con la moka, lasciare intiepidire, zuccherare un po’ e aggiungere il marsala.
Intingere velocemente i savoiardi uno ad uno e adagiarli in una teglia foderando completamente il fondo.

Aggiungere uno strato di crema e  spolverare con il cacao in povere, procedere con un altro strato di savoiardi, crema e cacao; ancora savoiardi e terminare con uno strato di crema.
Spolverare con il cacao e mettere la teglia in frigo per qualche ora.